Iscriviti alla Newsletter

BANCABILITÀ DELL’IMPRESA

Con il nuovo servizio di BANCABILITA’
puoi misurare lo stato di salute della tua impresa 
e i criteri di valutazione adottati dalla banca
nella concessione del credito alle imprese

Oggi risulta fondamentale per l’imprenditore saper misurare lo stato di salute della propria impresa, acquisire maggiore consapevolezza sui criteri addottati dalla banca nella valutazione del merito creditizio e dotarsi di strumenti per misurarsi ad armi «quasi pari» con il sistema bancario evidenziando quali sono i punti di forza e con la consapevolezza di quali invece siano le debolezze.

Con questo nuovo servizio si vuole supportare ancora di più le imprese nell’accesso al credito analizzando tutti gli indicatori necessari per valutare il merito creditizio e la bancabilità dell’impresa.
Lo strumento mira a racchiudere in un unico report i principali elementi di valutazione dell’impresa e più specificatamente:
• Analisi economico-finanziario
• Analisi andamentale della Centrale Rischi
• Analisi andamentale del Credit Bureau di CRIF
• Analisi andamentale di settore
• Analisi dello score di ammissibilità e % di garanzia rilasciata dal Fondo Centrale di garanzia
• Analisi degli indicatori predittivi della crisi e dell’insolvenza dell’impresa

Per accedere al servizio basta sottoscrivere la richiesta di intervento e la normativa sulla “privacy”.

CONTATTA I NOSTRI CONSULENTI
SUL TERRITORIO PER AVERE TUTTE LE 
INFORMAZIONI SUL NUOVO SERVIZIO

Analisi della dinamica economico-finanziaria:
La valutazione di un’impresa passa attraverso l’analisi di alcuni valori fondamentali in grado di descrivere la capacità dell’impresa di generare un’adeguata redditività, un contenuto livello di indebitamento ed una idonea copertura dei fabbisogni di capitale.

Analisi della Centrale Rischi:
La Centrale dei rischi è un sistema informativo sull’indebitamento della clientela cui aderiscono le Banche e gli intermediari finanziari vigilati dalla Banca d’Italia. Gli intermediari partecipanti comunicano mensilmente alla Centrale Rischi informazioni sulla loro clientela. Dal 31/01/2009 gli intermediari sono tenuti a segnalare alla Banca D’Italia l'intera esposizione nei confronti del singolo cliente per esposizioni superiori ai 30.000 euro.

Analisi del Credit Bureau di Crif: 
CRIF fornisce in tempo reale informazioni integrate in prospetti approfonditi e aggiornati, che consentono di ricostruire la situazione economica, finanziaria e societaria di qualsiasi impresa italiana.

Analisi e confronto settoriale:
Confronto negli ultimi tre anni di bilancio tra lo score dell’impresa e lo score medio di tutte le aziende operanti nello stesso settore relativamente al:

  • Profilo economico finanziario;
  • Livello di indebitamento;
  • Capacità di rimborso dei debiti a breve termine;
  • Redditività della società rispetto alla media di settore.

Analisi dello score di ammissibilità al Medio Credito Centrale:
Il Mediocredito Centrale sostiene il tessuto economico del paese accompagnando le aziende nel loro percorso di sviluppo garantendone operazioni finanziarie finalizzate all’attività d’impresa concesse da un soggetto finanziatore (banca o altro intermediario finanziario). La garanzia copre fino ad un massimo dell’80% dell’importo dell’operazione finanziaria e fino ad un importo massimo garantito per beneficiario di 2,5 milioni di euro. Il Fondo può intervenire sia garantendo direttamente l’operazione finanziaria (Garanzia Diretta) o attraverso la riassicurazione di un soggetto garante (confidi o altro intermediario finanziario). Con le nuove Disposizioni Operative in vigore dal 15 marzo 2019, assume sempre più importanza per l’impresa, capire preventivamente in quale fascia viene valutata.

Analisi degli indicatori predittivi delle crisi d’impresa e dell’insolvenza:
La recente riforma della Legge Fallimentare, ha introdotto tra le novità più rilevanti un regime di allerta per individuare precocemente situazioni di potenziale crisi e per prevenire casi di default, attraverso una maggiore responsabilizzazione del debitore e degli organi di governance. In particolare, la riforma della legge fallimentare prevede l’introduzione di specifiche procedure di allerta, in presenza di indicatori di crisi, definiti come “squilibri di carattere reddituale, patrimoniale o finanziario, rilevabili attraverso appositi indici, nonché l’esistenza di significativi e reiterati ritardi nei pagamenti”.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Consorzio Veneto Garanzie

Società Cooperativa

Registro imprese, P.IVA e Cod. Fisc. 02721420277

Albo Società Cooperative a Mutualità Prevalente n. A125425

Viale Ancona, 15/19 - 30172 Mestre (VE)

E-mail: posta@venetogaranzie.net

Posta Certificata: crga@legalmail.it

Tel. 041.533.18.00 / Fax 041.533.18.01

Another Project By: Marketing Start! Treviso - Privacy Policy